gen 25 2011

Falesia di Bettola – Via sorpresa.

Pubblicato da alle 21:46 in Arrampicata

Sabato scorso con Dario e Guido siamo andati alla falesia di Bettola. Un posto a me nuovo. Ci ritroviamo a Lainate per le 9 e partiamo alla volta di Bettola, un piccolo paese nella zona del Toce.

Per tutta la giornata arrampicheremo con sotto di noi proprio il Toce che scorre infinito lungo la vallata verso il Mottarone. imgp4268.JPG

Bellissima giornata neanche troppo fredda, anzi si stava proprio bene.

Parcheggiamo l’audi proprio appena oltrepassato il cartello che indica l’arrivo in paese e raggiungiamo il ponte dove passa la ferrovia per incanalarci verso un terreno privato che porta al sentiero Cadorna, il tutto indicato da un cartello. Per raggiungere le vie ci vogliono circa 30 minuti, la falesia parte in prossimità di un omino di pietre e un cordone penzolante attaccato ad uno spit. Ci sono diverse vie noi scegliamo la via sorpresa.

Il sentiero è stato costruito (e ancora regge) durante la prima guerra mondiale, domando a cosa serviva in quanto gli austriaci passarono solo dalle parti del Piave e alto adige ma Marco mi racconta che Cadorna posizionò le truppe lungo tutto il confine di Stato preoccupato che gli austriaci potessero passare dalla Svizzera, ci sono sentieri simile a questo anche verso Como e Varese.

Con questo tarlo in testa inizio ad arrampicare. imgp4261.JPG

L1- Il primo tiro è di 5c e parte subito verticale, c’e’ un diedro che con un paio di passi non banali si supera sfruttando una lama al centro un pò nascosta. imgp4264.JPG

L2- a sinistra partono altre vie, noi proseguiamo dritti. Questo tiro è di 5c non banale e lungo 40 metri circa, è una placca che sale dritta ma il tutto è spittato bene. imgp4265.JPG

L3- Tiro più difficile di 6a. Le difficoltà sono all’inizio nei primi 10 metri, è necessario seguire una fessura verticale un pò faticosa. imgp4266.JPG

L4- Questo tiro è dato 6a+, tutte le difficoltà stanno in un passaggio per niente facile ma ben protetto. è un passo da fare un pò in dulfer con molta forza poi salire su dritti (spit lungo) e ancora non facile sotto alla sosta (attenzione a sassi poco stabili e belli grossi noi abbiamo fatto un pò di pulizia). imgp4270.JPG

Davvero un posto gradevole e tranquillo (non c’era in giro nessuno) un pò sporca la via ma davvero un bel lavoro fatto dagli apritori.

Con 2 doppie (da 70 metri) scendiamo giù, birra e a casa molto contenti. imgp4269.JPG

8 responses so far

8 Commenti a “Falesia di Bettola – Via sorpresa.”

  1. guido il 11 apr 2011 alle 13:04

    Questo Marco sembra proprio un forte arrampicatore,è anche un bell’ometto!ciao,Guido.

  2. roberto il 22 mag 2011 alle 16:59

    non capisco perchè dici che il terzo tiro è di fessura: io ricordo(sono appena stato)una bellissima placca tecnica e di precisione..

  3. roberto il 22 mag 2011 alle 17:37

    a proposito del terzo tiro di “sorpresa”devo registrare un errore nella tua descrizione:la fessura che tu descrivi è leggermente a sinistra e fa parte della via “garant”,che è 5a in quel tratto per poi diventare 6b più in alto..

  4. roberto il 22 mag 2011 alle 17:42

    aggiungo che nella foto del 2° tiro,che tu affermi essere ben protetta,hai la corda troppo a sinistra.Pertanto mi convinco sempre più che tu abbia fatto un’altra via..

  5. roberto il 23 mag 2011 alle 22:19

    bravi! vedo che amate il confronto…fotografo la pagina e vi spedisco su fb…cialtroni!!!

  6. Alessndro il 24 mag 2011 alle 13:02

    Bella viettina, veramente

  7. Alessndro il 24 mag 2011 alle 13:06

    L’unico neo l2: il primo spit e’ a casa di Dio, con rischio in fortunio in caso di volo, ma si sa in montagna e’ così. Se c’e una cosa che i chiodatori dovrebbero fare e proprio studiare un Po di più su dove mettere il primo spit.
    Comunque bella veramente

  8. Marco il 17 dic 2013 alle 14:38

    Roberto calmati e scusa se non ti abbiamo risposto prima ma abbiamo temporaneamente chiuso i commenti per un attacco di spam e virus.
    La via che abbiamo fatto è la via sorpresa che ti torni o no.
    questa la pagina di Gulliver la fessura era del quarto tiro è vero.
    http://www.gulliver.it/itinerario/59501/
    ciao

Trackback URI | RSS Commenti

Lascia un commento

Devi essere collegato Collegato come per inserire un commento.