set 15 2012

Val di Mello – Il Risveglio di kundalini

Pubblicato da alle 11:45 in Alpinismo

Sabato 15 Settembre 2012:  Battesimo “stile alpino” in Val Di mello .

Marco ed io decidiamo di scalare in Val Di Mello affrontando una delle vie storiche più gratificanti della Valle:  il Risveglio di kundalini.
Sono un po’ dubbioso proprio perchè le vie alpinistiche in Val di Mello sono da sempre solo affrontabili in “stile alpino” dove spesso i tiri sono da proteggere solo con friends e alberelli (quando presenti) e soste su chiodi e friends.

img-20120915-00232.jpg img-20120915-00262.jpg

Il meteo è ottimale: in valle, fresco a mattino e tiepido appena il sole arriva ad illuminare la struttura “Le dimore degli Dei”.  Raggiungiamo l’attacco della via dove troviamo solo una cordata che sta per iniziare.

Attendiamo qualche minuto guardando gli alpinisti davanti a noi affrontare il primo tiro…  e ci rendiamo conto subito che arrivare i vetta non sarà assolutamente banale!

img-20120915-00234.jpg

1° tiro:  Attacco la via “originale” (non la variante).
Mi sposto verso destra, salgo lungo una fessura verticale che porta alla sosta situata sotto al tetto che porta il nome di “Ala di Pipistrello“.  La fessura di V+ è da proteggere con friends, in alto si trova un cordino, quindi a destra….  wow, sarà il primo tiro, sarà che sono una schiappa, ma non è stato per nulla banale!!  40 Mt. V+

2° tiro: Marco affronta il tiro più impegnativo della via
si sposta a sinistra della sosta e iniziare a traversare sotto l’Ala di pipistrello sino al suo termine (due chiodi con possibilità di azzerare)… e azzeriamo !!!. Si prosegue in obliquo verso sinistra lungo la fessura sino a raggiungere un pulpito con pianticella dove si sosta (da attrezzare).  40 Mt., VII°- oppure VI° e A0, V°-, IV° imgp4643.jpg

3° tiro: sono emozionato, tocca a me. Mi capita probabilmente il tiro più bello della via: salgo la fessura “La serpe fuggente” che proteggo con con friend sino a raggiungere la sosta (presenza di 2 soste scomode in placca formate da 2 chiodi+cordini ciascuna poco distanti tra loro).  Nella fessura trovo almeno 3 friend incastrati (guardate bene perchè in controluce non sempre si vedono). 40 Mt., un viaggio di V°+, IV°, V°  tutto da godere !
img-20120915-00236.jpg  imgp4644.jpg

4° tiro: Marco affronta il camino “Angolo amaranto
Si sposta verso l’evidente camino a sinistra e inserisce un friend grosso del 3  nel fondo, poi inizia a salire. Rispetto ai suggerimenti della relazione, Marco rimane un po’ troppo all’interno del diedro, facendo un po’ di fatica. La tensione dell’unico friend posto 4 metri più in basso, rende impegnativa e sfidante l’uscita.  VI°-  25 Mt.

imgp4645.jpg

4° b tiro.  Suddividiamo in due il quarto tiro: raggiunta la pianta soprastante riprendo spostandomi a destra con un passo in placca e poi proseguire per terreno semplice sino ad un albero con dei cordini nei pressi dell’arco. 25 Mt, V°, III°.

5° tiro:  Marco.
Dalla sosta Marco si sposta un poco a destra e si risale il diedro che porta all’arco (sosta intermedia). Segue ora la fessura dell’arco (4 chiodi, VI°+) fino ad un comodo terrazzino dove si sosta (3 chiodi).  Attenzione a prendere il diedro a destra dove all’interno trovate dei chiodi !  Marco (sapete che è forte), stava salendo dal diedro di sinistra strapiombante !

img-20120915-00244.jpg

6° tiro: “L’arco Pietrificato
Salgo lungo l’arco sfruttando la fessura sino a raggiungere un chiodo con cordino.Non abbandono l’arco ma proseguo lungo la fessura dell’arco dove trovo dei cordini con maglia rapida. Mi proteggo con tre friend sotto l’arco. 45 Mt., V° continuo.   Tiro SPETTACOLARE, assieme a quello della “La serpe fuggente” !

img-20120915-00246.jpg img-20120915-00248.jpg  img-20120915-00249.jpg
Arrivo ai cordini, recupero Marco e lo calo alla sosta sottostante nel boschetto.

img-20120915-00250.jpg

7° tiro:
Marco riprende la traversata verso destra sino al termine delle placche ove risale qualche metro per terreno semplice sino a raggiungere un terrazzino dove sosta su pianta. 45 Mt., III°, IV°, 3 chiodi.

img-20120915-00252.jpg  img-20120915-00251.jpg imgp4649.jpg

8° tiro: Valerio
Salgo la placca piegando verso destra sino ad un muretto verticale, mi aiuto con uno spuntone orizzontale. Mi sposto poi verso destra sino a degli alberi dove attrezzo la sosta. 40 Mt., V°-, IV°-, 3 chiodi.

9° tiro:
Marco riprende con un altro tiro della via indubbiamente molto bello. Sale la placca puntando allo spigolo, gira a destra e seguire la fessura sino ad un muretto che si supera con un passo decisamente verticale (possibile aggirarlo sulla destra).  Attenzione:  ALLUNGARE di almeno un metro i cordini dei due chiodi presenti sotto lo spigolo per evitare che la corda faccia attrito. Marco sale a sinistra per la placca appoggiata fino a raggiungere la sosta (4 chiodi). 35 Mt., V°+, VI°+ oppure VI° e A0 , 6/7 chiodi

10° tiro:  L’ultimo tiro che mi porterà in vetta:  traverso verso destra prima su placca poi seguendo una fessura, girare lo spigolo. Salgo sino al “Bosco Incantato” dove sosto su un albero !
35 Mt., IV°+, V°, IV°, 3 chiodi.

img-20120915-00254.jpg

Nel frattempo le due cordate che procedevano davanti a noi sono arrivate.  Ci incontriamo in sosta prima per una stretta di mano e per condividere le emozioni della stupenda scalata.
E’ la mia prima esperienza in Val Di Mello che sicuramente rimarrà nella mia mente come un’esperienza indimenticabile di rara bellezza.

Le “chicche” della giornata non finiscono qui !
img-20120915-00259.jpg imgp4655.jpg  img-20120915-00261.jpg

Scendiamo dal sentiero, arriviamo al laghetto dove ci troviamo di fronte al Bidet della Contessa.   La tentazione è forte: prima immergiamo i piedi nell’acqua … gelata.   Poi catturati da un’irrefrenabile goliardia, ci tuffiamo per un bagno improvvisato.  Poche secondi nell’acqua ghiacciata sono sufficienti per smorzare i bollori della giornata !

imgp4657.jpg

Alla prossima via in val di Mello.

2 responses so far

2 Commenti a “Val di Mello – Il Risveglio di kundalini”

  1. Manuel il 19 set 2012 alle 13:56

    Che vione ragazzi! Bravi, veramente!
    La Val di Mello è proprio un posto fantastico!

  2. Marco il 19 set 2012 alle 17:09

    La val di mello è spettacolare….grande valerio!!!
    La prossima volta la luna

Trackback URI | RSS Commenti

Lascia un commento

Devi essere collegato Collegato come per inserire un commento.